Volontariato Internazionale Europeo: EU Aid Volunteers (EUAV)

L’iniziativa

EU Aid Volunteers (programma di volontariato internazionale europeo per missioni umanitarie all’estero) è un’iniziativa della Direzione Generale per le Operazioni di Protezione Civile e Aiuto Umanitario della Commissione Europea (ECHO) gestita dall’Agenzia Europea per l’Educazione, La Cultura e l’Audiovisivo (EACEA) e offre l’opportunità ai cittadini europei o residenti di lungo periodo in Europa, maggiori di 18 anni, di essere coinvolti nel volontariato estero retribuito in progetti di aiuto umanitario nel mondo.

I progetti di impiego sono realizzati da organizzazioni europee in collaborazione con organizzazioni extra-europee certificate nel Programma, con l’obiettivo di rafforzare le capacità e la resilienza delle comunità dei paesi terzi colpiti o a rischio di disastri naturali e/o causati dall’uomo.

L’obiettivo

La Commissione Europea ha messo a punto un programma comune di formazione per volontari e volontarie, ha sviluppato standard europei per le organizzazioni umanitarie che lavorano in progetti finanziati dall’Unione Europea nel mondo, per rafforzare e sostenere le capacità locali di prevenzione, preparazione e ripresa dalle crisi. Finanzia progetti proposti da consorzi costituiti da ONG europee ed extra-europee che mirano al consolidamento delle organizzazioni residenti nei paesi colpiti da emergenze umanitarie. Sostiene attività di organizzazioni europee che forniscono assistenza tecnica a omologhe organizzazioni europee affinché soddisfino i criteri e svolgano correttamente le procedure richieste per partecipare all’iniziativa EU Aid Volunteers.

Questi tre aspetti vengono realizzati attraverso tre tipologie di progetti: Technical Assistance (formazione di organizzazioni europee sul programma), Capacity Building (rafforzamento della risposta umanitaria e gestione dei volontari in paesi extra-europei) e Deployment (invio di volontari europei).

Il progetto di Capacity Building (CB) è un’opportunità di volontariato internazionale in ambito umanitario. L’iniziativa coinvolge la cittadinanza europea e allo stesso tempo rafforza le competenze di organizzazioni e comunità locali. Obiettivo dei progetti di CB è migliorare le capacità delle organizzazioni di accoglienza extra-europee nella prevenzione e nella gestione delle crisi umanitarie attraverso il supporto degli EU Aid Volunteers. L’organizzazione viene inoltre formata per accogliere e gestire i volontari europei.

Attraverso i Deployment (D) invece, i volontari europei vengono selezionati, formati e inviati in paesi terzi (paesi extra-europei), a sostegno delle comunità locali e internazionali che svolgono attività in ambito umanitario. Sono cittadini europei o residenti di lungo periodo in Europa, maggiori di 18 anni, i cui profili vengono individuati sulla base delle esigenze delle organizzazioni locali e definiti nelle vacancies pubblicate sul sito dedicato.

Infine i progetti di Technical Assistance (TA) mirano a rafforzare le capacità delle organizzazioni europee in ambito umanitario e a migliorare le competenze (standard) necessarie per la gestione dei volontari al fine di ottenere la certificazione EU Aid Volunteers e diventare organizzazioni di invio nei progetti di Deployment.

PROGETTI IN CUI È ATTUALMENTE COINVOLTA LVIA:

“More to care (+ CARE): Enhancing technical capacity of European organizations for EU citizens to participate in humanitarian aid action” progetto di assistenza tecnica (Technical Assistance-TA) gestito da 7 organizzazioni partner di 5 paesi (Spagna, Grecia, Italia, Regno Unito, Romania) con l’obiettivo di “ampliare il partenariato europeo di organizzazioni umanitarie e di volontariato e rafforzare le loro capacità di inviare volontari all’interno dell’European Union Aid Volunteers Initiative “.

GUARDA IL VIDEO DEL PROGETTO:

Per ulteriori informazioni visita le pagine dedicate sul sito della Commissione europea che si occupa del programma: Humanitarian Aid and Civil Protection, Education Audiovisual and Culture Executive Agency.