• 1966

    Italia -Don Aldo Benevelli fonda a Cuneo il primo gruppo LVIA

    una comunità di giovani da cui partiranno i primi volontari laici per l’Africa

  • 1667

    Kenya -Rosanna Cayre, prima volontaria LVIA, arriva a Meru

    ospitata dai Missionari della Consolata. Viene registrato in Kenya il nome L.V.I.A. – Lay Volunteers International Association
  • 1968

    Burundi -Apre la sede LVIA in Burundi

    in collaborazione prima con la Parrocchia di Cibitoke al nord ed in seguito con la Diocesi di Bururi al sud
  • 1971

    ITALIA Si svolge la prima “Settimana Nazionale LVIA

    una settimana di convivialità e di formazione per tutti i volontari, gli amici e  i soci, con ospiti da Europa e Africa
  • 1972

    ITALIA -Il Ministero degli Affari Esteri Italiano riconosce la LVIA come ONG idonea

    a svolgere attività di cooperazione internazionale. Nel 1998 l’idoneità viene estesa alle attività di educazione allo sviluppo in Italia
  • 1972

    ITALIA -Nasce la federazione FOCSIV – Volontari nel mondo

    LVIA è tra i fondatori
  • 1972

    ETIOPIA -Inizia l’attività LVIA in Etiopia

    Il primo volontario è occupato come insegnante in una scuola tecnica a Meki gestita dai Missionari della Consolata. Da allora LVIA non ha mai interrotto la sua presenza nel Paese, ma ha sviluppato un’azione con cicli di almeno un decennio in 5 differenti aree dell’Etiopia
  • 1973

    BURKINA FASO -Apre la prima sede LVIA in Burkina Faso

    I volontari vivono in comunità nel villaggio  di Donsin. Le attività continuano oggi in  molte aree del Paese, e spaziano in tutti i settori d’intervento di
    LVIA. Il Paese per LVIA è anche laboratorio di progettualità e scambi nord-sud tra comunità e giovani
  • 1973

    SENEGAL -Apre la prima sede LVIA in Senegal ,

    alla periferia di Thiès.  I primi volontari sono impegnati nella costruzione del Centro sanitario per lebbrosi di Peykouk. Le attività continuano tutt’oggi anche con azioni innovative nel campo delle nuove tecnologie e dell’inclusione dei migranti di ritorno dall’Italia
  • 1975

    ITALIA -Nasce il primo nucleo del gruppo territoriale LVIA Verona

    Nasce il primo nucleo del gruppo territoriale LVIA Verona
    Nel 1979 nasce il gruppo di LVIA Forlì  e in seguito le altre sedi e gruppi di appoggio in Italia
  • 1980

    SENEGAL -LVIA installa la prima Eoliana :

    una pompa eolica che prende l’acqua fino a 70 mt. di profondità. Fino al Duemila sono state installate 279 eoliane in 9 Paesi africani e sono nate varie imprese locali per la loro produzione
  • 1984

    COSTA D’AVORIO -LVIA realizza il primo progetto sociale urbano in favore dei minori in difficoltà

    in partenariato con il Gruppo Abel
  • 1985

    MALI -Apre la sede LVIA a Gao

    nel nord Mali. È l’unica ong italiana nell’area
  • 1986

    GUINEA BISSAU -Un primo gruppo di volontari apre la sede LVIA nel Paese

    il vescovo di Bissau richiede l’intervento di LVIA per l’installazione di pompe eoliche prodotte presso l’atelier di Thiès, in Senegal
  • 1986

    TANZANIA -Inizia l’attività di LVIA in Tanzania

    con un progetto di sviluppo rurale nel distretto di Kongwa, a seguito di contatti con la Conferenza Episcopale locale
  • 1986

    ITALIA -LVIA realizza la Mostra sul gioco e la creatività del bambino africano

    che viene diffusa in 5 Paesi europei
  • 1991

    ALBANIA -L’Albania apre le frontiere. Dopo un intervento di emergenza LVIA è, insieme a Caritas, una delle prime ONG ad iniziare un progetto di sviluppo a servizio delle popolazioni.

    La presenza di LVIA nel Paese continua fino al 2015 con attività di sviluppo agricolo e imprenditoriale

  • 1993

    SOMALIA -Due volontari LVIA sono inviati nella zona di Garoe

    ma, data la precarietà della situazione somala, dopo tre anni il progetto viene chiuso
  • 1994

    RUANDA e BURUNDI -LVIA apre in Ruanda il primo progetto di emergenza a sostegno dei profughi burundesi in fuga dalla guerra civile e realizza nel nord del Burundi programmi in favore dei profughi di rientro.

    LVIA continuerà la presenza in Ruanda per favorire la pacificazione del Paese dopo il genocidio, mentre in Burundi riprende le attività nel ‘98 con azioni multisettoriali di emergenza e sviluppo
  • 1996

    IL FONDATORE PASSA IL TESTIMONE Viene eletto il primo presidente laico di LVIA:

    Riccardo Botta succede a don Aldo Benevelli. I presidenti successivi saranno Giuseppe Beccaria, Alessandro Bobba ed Ezio Elia
  • 1997

    ITALIA -La Regione Piemonte lancia il programma di cooperazione decentrata con il Sahel

    LVIA è chiamata a fornire la propria consulenza come ONG esperta e si organizzano i primi viaggi di conoscenza dei Comuni piemontesi in Africa
    Occidentale
  • 1997

    ITALIA -Nasce il COP - Consorzio delle ONG piemontesi.

    LVIA è tra i fondatori

  • 1998

    SENEGAL -Apre a Thiès, PROPLAST: il primo centro per la valorizzazione dei rifiuti plastici promosso da LVIA

    Successivamente, interventi di gestione dei rifiuti nelle città africane saranno sviluppati in Burkina Faso, Mauritania, Guinea Conakry, Mozambico,Guinea Bissau
  • 1999

    KOSOVO -In seguito alla crisi del Kosovo, LVIA si prodiga nell’accoglienza

    dei profughi e nella distribuzione di aiuti umanitari a migliaia di famiglie
  • 2000

    ITALIA - BURKINA FASO -Nell’ambito del programma di cooperazione decentrata Piemonte – Sahel promosso dalla Regione Piemonte, nasce il progetto GIUBILEO

    un’iniziativa di cooperazione che vede coinvolta la Pastorale Sociale e del Lavoro della Conferenza Episcopale Piemontese insieme alle principali associazioni di categoria del Piemonte (artigiani, agricoltori e cooperative) per realizzare attività di sviluppo con i partner del Burkina Faso. LVIA si è occupata dell’accompagnamento tecnico del progetto
  • 2001

    ITALIA - BURKINA FASO -Nell’ambito del programma di cooperazione decentrata Piemonte – Sahel promosso dalla Regione Piemonte, nasce il progetto ENNDAM

    che continua ad oggi, tra la Città di Gorom- Gorom in Burkina Faso e una rete di 10 Comuni con capofila la Città di Piossasco. LVIA si occupa dell’accompagnamento tecnico del progetto
  • 2003

    MALAWI -LVIA avvia un progetto di formazione professionale a Zomba nel sud del Paese ,

    in collaborazione con la Caritas Italiana e la Diocesi di Perugia. L’esperienza prosegue per un trienni
  • 2003

    ITALIA -LVIA lancia la Campagna Acqua è Vita per portare acqua a 500mila persone in Africa

    L’anno successivo si organizza il Giro d’Italia in bicicletta per la solidarietà e nascono i Club Acqua è Vita. L’obiettivo della Campagna è raggiunto nel 2006 e le attività vengono rilanciate. Stefania Belmondo ed Erri de Luca sono tra i testimonial di Acqua è Vita
  • 2004

    STATI UNITI -LVIA riceve a Washington il Premio “Development Marketplace”

    assegnato dalla Banca Mondiale per sviluppare il progetto del Centro della valorizzazione dei rifiuti plastici a Ouagadougou, Burkina Faso
  • 2004

    MAURITANIA - su invito delle autorità mauritane e in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, viene avviato il primo progetto ambientale nei quartieri periferici della capitale Nouakchott

    su invito delle autorità mauritane e in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, viene avviato il primo progetto ambientale nei quartieri periferici
    della capitale Nouakchott
  • 2005

    GUINEA CONAKRY - Apre la sede LVIA in Guinea Conakry in consorzio con l’ong CISV ,

    con attività sostenute dal Fondo Italo-Guineano per la Riduzione del Debito. Le attività continuano oggi con progetti agricoli, di inclusione sociale e di gestione dei rifiuti
  • 2005

    MOZANBICO -LVIA inizia l’attività in Mozambico

    in collaborazione con Caritas Italiana, per favorire l’inclusione sociale dei raccoglitori di rifiuti nella discarica di Maputo. Successivamente, nascono varie cooperative per la raccolta e la gestione dei rifiuti nella capitale
  • 2006

    ITALIA -LVIA aderisce all’Istituto Italiano della Donazione

    per la verifica della gestione dei fondi  raccolti
  • 2007

    ITALIA -Nasce Link 2007 – Cooperare in rete.

    LVIA è tra i fondatori

  • 2007

    ITALIA -LVIA lancia l’iniziativa “Finché c‘è acqua c’è speranza”

    : una discesa sul Po con una Fiat Panda anfibia per stimolare presso le comunità italiane, relazioni solidali con le comunità del Mali

  • 2010

    ITALIA -LVIA lancia la “Settimana dell’Alimentazione” a cui seguirà la ”Settimana dell’Acqua” :

    iniziative annuali in concomitanza con le Giornate Mondiali dell’ONU, per informare e mobilitare i territori nel sostegno alle attività LVIA in Africa

  • 2011

    BURKINA FASO -BURKINA FASO Nasce il primo gruppo associativo LVIA in Africa

    , con 6 soci ed 1 socio onorario in Burkina Faso. Nel 2015 è entrato nell’associazione anche il primo socio dal Senegal.

  • 2011

    KENYA -LVIA conclude la sua presenza attiva nel Meru, durata oltre 40 anni e inizia l’intervento nell’area semi-arida di Isiolo, nel nord del Kenya

    dapprima rispondendo alla carestia che colpisce l’Africa Orientale, poi promuovendo un’azione di sviluppo in questa area “di frontiera”

  • 2011

    ITALIA -LVIA realizza in 6 regioni italiane il progetto “Giovani e Intercultura” e aderisce alla Campagna "L‘Italia sono anch’io"

    dapprima rispondendo alla carestia che colpisce l’Africa Orientale, poi promuovendo un’azione di sviluppo in questa area “di frontiera”

  • 2012

    BURKINA FASO -Una violenta carestia colpisce nel Sahel più di 18 milioni di persone. LVIA focalizza in Burkina Faso la sua risposta all’emergenza

    L’anno successivo LVIA realizza la prima Campagna con SMS solidale per sostenere tali attività
  • 2012

    BURKINA FASO -Una violenta carestia colpisce nel Sahel più di 18 milioni di persone. LVIA focalizza in Burkina Faso la sua risposta all’emergenza

    L’anno successivo LVIA realizza la prima Campagna con SMS solidale per sostenere tali attività
  • 2012

    MALI -La sede LVIA di Gao viene distrutta nel conflitto

    che coinvolge governo, ribelli tuareg e gruppi jihadisti. Il personale LVIA viene aiutato a fuggire nel vicino Burkina Faso. LVIA torna a Gao nel 2013 con attività di risposta alla scarsità idrica e supporto agli sfollati in fase di rientro
  • 2012

    ITALIA -Nell’ambito del programma “Gioventù in Azione” della Commissione Europea, LVIA organizza il primo Seminario di Dialogo Strutturato tra giovani e politici locali

    in 5 province italiane, al fine di elaborare piani di maggior coinvolgimento dei giovani nella predisposizione di politiche locali per una società plurale inclusiva
  • 2014

    ETIOPIA -VIA, dopo aver chiuso un intervento decennale nell’area di Moyale nel sud dell’Etiopia, apre le attività in Afar ,

     tra le zone più depresse del Paese, rispondendo all’emergenza siccità e promuovendo il rafforzamento della resilienza delle comunità pastorali
  • 2015

    ITALIA -LVIA lancia la Campagna "Mangia, che diventi grande. Aiuta una mamma del Burkina Faso a far crescere il suo bambino”

    per sostenere la prevenzione e la cura della malnutrizione infantile nel Paese africano
  • 2016

    50 ANNI -LVIA riceve la Medaglia del Presidente della Repubblica,

    conferimento per le iniziative che LVIA organizza per celebrare i 50 anni di impegno nella solidarietà internazionale in Africa e in Italia